Laguna di Venezia su due ruote

Per chi preferisce stare a Venezia lontano dalla folla di turisti che ogni giorno la invadono, suggeriamo un bell’itinerario in bicicletta tra il Lido di Venezia e il Lido di Pellestrina, per scoprire angoli di rara bellezza e di enorme pregio naturalistico.

Per arrivare al Lido di Venezia con la vostra bici al seguito dovete salire sul Ferryboat (partenza dal Tronchetto). Vi accorgerete subito che quest’isola è piena di fascino tanto che nell’Ottocento è diventata uno dei più bei centri italiani di villeggiatura estiva. L’itinerario scorre infatti davanti ai grandi alberghi di lusso, agli eleganti edifici in stile liberty, a lunghissimi viali alberati, parchi e giardini. Dodici i chilometri del percorso che da San Nicoletto arrivano a Malamocco, passando per il Gran Viale e gli Alberoni. Al Faro Rocchetta un altro Ferryboat vi porterà a Pellestrina.

Il Lido di Pellestrina è una sottile striscia di terra lunga oltre undici chilometri e sembra sospesa tra mare e laguna. Nel lontano 1700 la Repubblica Serenissima vi costruì i Murazzi, un’imponente scogliera artificiale che serviva per la difesa di Venezia dal fenomeno delle acque alte. Oggi questo litorale in pietra d’Istria è ancora a guardia di minuscoli paesi di pescatori: San Pietro in Volta, Portosecco (antico porto ora insabbiato) e Pellestrina.